Loading...

Trasformazione Digitale: Cosa Ci Riserva il 2019?

2019trendITA

Trasformazione Digitale: Cosa Ci Riserva il 2019?

Cosa sappiamo sulla trasformazione digitale che potrebbe riservarci il 2019?

Probabilmente nulla in più degli altri esperti di questo settore, ad essere onesti. Ma, anche se la maggior parte delle innovazioni cutting-edge è molto spesso impronosticabile – e sicuramente fuori da ogni lista di questo tipo, sul web – alcuni punti chiave avranno di certo a che fare con quanto già sappiamo.

Abbiamo racchiuso in questa lista i probabili trend in arrivo.

Digital Body Language

digitalbodylanguage

La logica dell’advertisement ed i metodi del futuro per migliorare conversions rate sono fattori destinati ad essere sempre più orientati alle necessità dei clienti. L’obiettivo diventerà l’over-personalizzazione della user experience, ma la strada non sarà certo in discesa.

I marketers cominceranno ad usare i principi della psicologia per capire al meglio l’intenzione di chi compra, quando compra. Dal momento che questo sarà l’ambiente in cui muoversi, nasceranno nuove tecniche da applicare a diversi tipi di campagne. La Web Psychologist Liraz Margalit ha denominato questo fenomeno digital body language.

Capacità di prevere le preferenze e i comportamenti digitali, monitoraggio delle abitudini e delle prospettive di un cliente. Il digital marketing potrà misurare e catturare gesti, micro-segnali degli utenti, inclusi movimenti di mouse, scroll, tap e zoom. Ottenuta una buona dose di dati del genere, la psicologia digitale può essere man mano compresa sempre di più. L’intelligenza artificiale farà il resto, con la personalizzazione dei suggerimenti. Prenderà forma un quadro abbastanza chiaro da cui costurire ogni tipo di strategia di vendita.

La piscologia della vendita, per il marketing, è lo step più vicino.


Cross-Device 2.0 e la Cultura della Personalizzazione

multi-platform-experiences

revenue-hub.com

Tenere traccia della costante crescita di moderne tecnologie digitali è diventata impresa dura, ma ci sono dei punti cardine da cui possiamo partire. I chatbots che entrano nel marketing, l’economia verso l’uso dell’intelligenza artificiale, le voice search e gli home assistant sono giusto alcuni esempi. L’esperienza multi-platform e cross-device 2.0 ha già preso vita.

Come riscontrato da Forbes qualche mese fa, alcune statistiche di quest’anno parlano chiaro:

  • 84% delle organizzazioni nel marketing hanno implementato IA e machine learning nel 2018
  • 75% delle aziende che utilizzano IA e machine learning riscontrano un incremento della soddisfazione dei clienti del 10%

Un sistema di comunicazione multi-dimensionale genererà ulteriori stimoli e ‘touch-point’ che l’utente vorrà attraversare. Questo aiuterà chi acquista e ne aumenterà l’interazione con i brand ma, allo stesso tempo, incrementerà le vendite di chi ha un progetto pensato per evolversi.

La personalizzazione della user experience passa dall’impatto, certamente decisivo, che avrà l’intelligenza artificiale. Comportamento e interessi, ricerche e contenuti personalizzati: qualsiasi utente potrà essere compreso sempre più dettagliatamente.

Ma tutto questo comporta la ricerca del momento giusto.


L’ascesa dei Micro-Momentsmicromoments

Capire la direzione ed il futuro del tuo bran potrebbe presto passare dall’attenta identificazione del customer journey e dei suoi cambiamenti.

Voglio sapere, voglio andare, voglio fare, voglio comprare.

Azioni che durano frazioni di minuti, secondi. In cui tutto quello che trasmetti online conta più che in ogni altro momento.

La logica dei micro-moments suggerisce che nessun utente è statico. Mentre passa attraverso le diverse fasi della sua vita e matura il suo rapporto con la tua azienda, idea e messaggio che proponi hanno bisogno di evolversi con esso. È quindi bene misurare, pianificare e ottimizzare in che modo proporre l’idea di engagement. Come vuoi portare alla conversione finale? Comincia a riflettere sul fatto che il cambiamento è logico.

At key moments along this journey, consumers are demonstrating their intent very clearly — in what has been dubbed micro-moments — and these are the most compelling opportunities along the new journey path. Brands can identify micro-moments by recognizing times when someone has a particular type of need. It’s basically about creating the content or tools to enable people to accomplish whatever they want in that particular moment.
Think With Google

Una sorta di evoluzione di ciò che oggi conosciamo come buyer personas, che potrebbero definire maggiormente le caratteristiche di chi sta dall’altro lato.

Perché, tenendo conto di questa logica di trasformazione sempre in atto, ogni momento in cui pianifichi la tua strategia è un momento decisivo.

Anzi: un micro-momento!

Rich Clicks UK

The Biscuit Factory
Unit J312,
100 Clements Rd, Bermondsey,
London SE16 4DG

Phone: +44 (0) 20 71931103

Company No. 08815509 | VAT: GB 178622675

Rich Clicks Italia

Rich Clicks / Well 360, Via Timavo 12, Milano 20124

Phone: +39 0287159598