Loading...

Google Analytics vs Facebook Ads

Google Analytics vs Facebook Ads

Nel Digital marketing non si è mai statici: ogni strategia è la somma e la combinazione di tanti canali che, a loro volta, hanno andamenti propri e unici.
Questo significa che, molto spesso, l’interpretazione corretta dei risultati di tutti i canali può risultare un procedimento complicato non tanto da eseguire (per esperti consulenti rimane un gioco da ragazzi) ma da spiegare chiaramente ai clienti per i quali lavori.

Infatti, molto spesso, una delle piu comuni problematiche che i nostri clienti fronteggiano è quella di trovare un senso logico tra i risultati mostrati da Google Analytics e quelli di Facebook.
Sempre più spesso ci chiedono:

“Perché Google Analytics mostra molte meno conversioni rispetto a Facebook?”

Questa domanda è lecita in quanto le due piattaforme mostrano discordanti metriche per quanto riguarda il ROI. Questa realtà confonde clienti, aziende e i non-esperti del mestiere.
Per evitare ulteriori fraintendimenti, spieghiamo come e perché questo accade:

Ci sono 4 principali ragioni per le quali Google Analytics mostra meno conversioni rispetto a Facebook

1) Google Analytics dà pieno credito e considera l’ultimo click, indipendentemente dal canale da cui viene.

2) Goolge Analytics non è in grado di monitorare le conversioni view-through di Facebook.

3) Google Analytics non traccia le conversioni che coinvolgono piu dispositivi.

4) Google Analytics può tracciare le impressioni di Google Adwords, ma NON PUÒ tracciare le impressioni di Facebook.

E Facebook come considera le ad-conversion e ad-impression?

Facebook attribuisce una conversione da acquisto al primo click dell’utente oppure, se non è avvenuto nessun click, lo attribuisce all’ultimo ad che hanno visto prima di effettuare una transazione.

Esempio: Mettiamo il caso che Luca di lunedí mattina clicca su un annuncio Facebook di articoli per sport ma non effettua nessun acquisto. Il mercoledi però Luca, da casa, decide di tornare direttamente sulla homepage del sito di articoli sportivi e di comprare quel paio di scarpe che gli erano piaciute due giorni prima. In questo caso, nonostante siano passati due giorni da quando Luca ha visto e cliccato sull’ad di Facebook, Facebook si prende TUTTO il merito per quella transazione avvenuta.

Contrariamente Goolge Analytics considera solo da dove è arrivato l’ultimo click. Quindi, nel caso di Luca, Google Analytics non avrebbe dato assolutamente nessun valore a Facebook.

Google Analytics considera sì le conversioni assistite, ma anche qui abbiamo dei parametri di attribuzione molto diversi. Per cui se Luca, prima di compiere l’acquisto interagisce con altri canali, Analytics si dimenticherà di quel primo click sull’annuncio Facebook.

In aggiunta per Facebook, il tempo di attribuzione per considerare il click dell’utente e l’impressione dell’ad, dura ben 28 giorni.

Esempio: Se Luca avesse cliccato sull’ad di Facebook di articoli sportivi il 2 maggio e fosse tornato direttamente sulla homepage del prodotto e comprato le sue scarpe il 28 maggio, Facebook si sarebbe preso comunque tutto il merito.

Facebook a differenza di Google, è capace di seguire in maniera ravvicinata l’utente attraverso tutti i canali che esso usa.

Google Analytics, al contrario, si affida pienamente ai vecchi amici cookies che, conseguentemente, gli permettono di tracciare solo le conversioni che avvengono nel medesimo browser dove il cookie è stato inizialmente rilasciato.

Esempio: Se Luca ha inizialmente cliccato sull’annuncio di Facebook dal computer dell’ufficio ma ha poi effettuato l’acquisto dal cellulare, Facebook considera la conversione da più dispositivi mentre Google Analytics individuerà quel traffico come diretto.

Google Analytics o Facebook? A quali numeri affidarsi?

Sia Facebook che Google Analytics sono utilissime piattaforme ed entrambe veritiere! 
Semplicemente, (citando Joonatan Lintala) Google Analytics tende ad essere pessimista e Facebook molto ottimistico.

Aziende e clienti non devono allarmarsi nel trovare grandi discrepanze tra i dati dei due tools perché esse sono generate semplicemente dal fatto che le piattaforme hanno differenti criteri di valutazione.

Come tracciare i risultati in maniera più accurata?

Bisogna ricordarsi che un efficiente consulente digital, con il suo esperto occhio critico, saprà spiegare in maniera chiara il perché e il per-come di questa differenza (apparentemente) colossale tra i dati di Facebook e Google Analytics.

È qui infatti che entra in gioco l’esperienza e la dedizione dei consulenti scelti. Sono loro a dover gestire in maniera raffinata ed efficiente la comunicazione tra agenzia e cliente ed essere sempre in grado di spiegare in maniera chiara ed esauriente tutte queste dinamiche.

La comunicazione tra cliente e consulente è essenziale per colmare dubbi ed incertezze.

Attraverso dettagliati report mensili (chiari e comprensibili) i clienti devono riuscire a capire ogni sfaccettatura di una giusta strategia marketing e non devono essere lasciati all’oscuro dei meccanismi interni, inclusi Google Analytics e Facebook.



Rich Clicks UK

The Biscuit Factory
Unit J312,
100 Clements Rd, Bermondsey,
London SE16 4DG

Phone: +44 (0) 20 71931103

Company No. 08815509 | VAT: GB 178622675

Rich Clicks Italia

Rich Clicks / Well 360, Via Timavo 12, Milano 20124

Phone: +39 0287159598