Loading...

Tendenze della pubblicità digitale da tenere d’occhio nel 2018

Tendenze Digitali 2018

Tendenze della pubblicità digitale da tenere d’occhio nel 2018

Tendenze della pubblicità digitale da tenere d’occhio nel 2018

Questo periodo dell’anno è caratterizzato da una vasta quantità di tradizioni inevitabili. Le più comuni sono un raffreddore che gira per l’ufficio, mangiare senza controllo quantità industriali di cibo, andare a fare shopping natalizio su strade troppo affollate, ma soprattutto gli immancabili elenchi piene di novità ed eccitanti avvenimenti per l’anno nuovo.È la stagione delle celebrazioni, quindi, senza ulteriori indugi, ti presentiamo l’elenco di Rich Clicks delle principali tendenze della pubblicità digitale da considerare nel 2018!

Come mostrato nel State of Marketing Report del 2017 pubblicato da Salesforce, è stato rilevato che i commercianti più rinomati hanno investito un terzo del loro budget su canali di cui  fino a cinque anni prima non si era ancora a conoscenza, e che si prevede raggiungano un aumento del 40% entro il 2019. Una previsione che suggerisce quindi che le nuove tendenze vanno sempre monitorate.

Regolamento generale sulla protezione dei dati

Daremo il calcio d’inizio a questa lista con la tendenza  preferita da ogni “Brexiteer” in quanto più dittatoriale essendo che proviene dall’UE! Il regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR) è un regolamento con il quale il Parlamento europeo, il consiglio dell’Unione europea e la Commissione europea intendono rafforzare e unificare la protezione dei dati per tutti gli utenti all’interno dell’ (UE).

Il nuovo regolamento, sostituisce una legge europea già esistente, con l’aggiunta di un nuovo regolamento più rigoroso. Uno dei principali cambiamenti infatti riguarda la maggiore portata territoriale che consentirà alla giurisdizione di andare oltre i confini, contrariamente alla sua precedente vaga descrizione che si riferiva al “contesto di un’amministrazione”. Le sanzioni inoltre saranno anche molto più rigide, secondo il Regolamento Europeo per la Protezione dei Dati Personali (GDPR) in quanto possono raggiungere il 4% del fatturato annuale di un’azienda o 20 milioni. Accidenti all’UE e queste orribili leggi!

Acquisti mirati a uno scopo preciso

Negli ultimi si è registrato un cambiamento nelle abitudini dei consumatori dovuto a un incremento di pubblicità e documentari riguardanti la cattiva gestione della routine quotidiane. Gli acquisti mirati a uno scopo preciso hanno come obiettivo finale quello di farci sentire fieri di noi stessi, molto volte infatti i consumatori dimostrano maggiore interesse verso un brand che ha un impatto positivo sull’ambiente. Tesla, per esempio, ha superato Mercedes nel numero di vendite utilizzando solamente 1/190 del costo pubblicitario convincendo il suo pubblico a ridurre l’utilizzo dei combustibili fossili.

Intelligenza artificiale e il machine learning.

L’intelligenza artificiale e il machine learning sono le due parole d’ordine dell’anno. Spesso usate per fare riferimento allo stesso concetto queste due parole hanno un significato ben diverso.

L’intelligenza artificiale rappresenta il concetto di macchinari in grado di svolgere compiti in un modo che noi umani considereremo intelligente mentre il machine learning consiste nell’idea di dare ai computer la capacità di apprendimento senza che essi siano programmati a farlo. (Terminator, forse?!).

Mentre si è a maggiore conoscenza dei miracoli dell’intelligenza artificiale, il machine learning e le sue capacità sono meno conosciute pur avendo il simile compito di reperire dati importanti. Entrambe tornano molto utili a chi svolge attività di marketing in quanto utile per capire quando promuovere un prodotto e quando mostrare l’annuncio giusto all’utente giusto per aumentare il loro coinvolgimento con l’annuncio.

Personalizzazione.

Meglio conosciuta come one to one marketing questo strategia è utile per inviare un messaggio personalizzato, una promozione, oppure presentare nuovi prodotti attraverso l’utilizzo di informazioni e cookie precedentemente acquisiti.

La personalizzazione inoltre aiuta a migliorare i risultati delle campagne pubblicitarie portando un incremento positivo nei risultati finali. I diversi strumenti da poter utilizzare per la personalizzazione sono : impostazioni di località, cronologia del browser degli utenti oltre che alle informazioni riguardo il percorso di acquisto degli utenti.

Influencer Marketing

L’influencer marketing è una tipologia di marketing ormai di forte tendenza che coinvolge la collaborazione con degli influencer ovvero delle persone con un alto numero di followers per poter promuovere i propri prodotti. Un mercato che nel 2018 continuerà in forte crescita portando forti ritorni sugli investimenti sia per gli influencer che per i brand che decideranno di utilizzare questo metodo.

Chatbots

I chatbot se bene da tempo utilizzati in molti settori sono una novità per il settore del digital marketing. Si aspettava un loro debutto nel 2017 ma essendo che molte aziende non investirono il giusto tempo per capirne il funzionamento il loro utilizzo fu posticipato.  I chatbots però sono presenti  in molti siti che trattano il tema della tecnologia. Si tratta semplicemente di una questione di tempo, a breve i chatbot infatti saranno presenti su molti siti. Preparatevi!

Come da tendenza da diversi anni più una tecnologia ci viene resa accessibile più inizieremo ad aumentarne l’utilizzo.

I chatbot faciliteranno il nostro lavoro come specialisti nel settore in quanto aiuteranno ad intuire maggiori informazioni utili per individuare le diverse fasi del processo di acquisto dei consumatori.

 



Rich Clicks UK

The Biscuit Factory
Unit J312,
100 Clements Rd, Bermondsey,
London SE16 4DG

Phone: +44 (0) 20 71931103

Company No. 08815509 | VAT: GB 178622675

Rich Clicks Italia

Rich Clicks / Well 360, Via Timavo 12, Milano 20124

Phone: +39 0287159598