Give me a second...

Google Marketing Live 2019: Il Nostro Recap Completo

googlemarketingliverichclicks

Google Marketing Live 2019: Il Nostro Recap Completo

Di nuovo in ufficio, con un po’ di jet lag, di ritorno a Londra. Google Marketing Live 2019 è stato incredibile!

Siamo stati a San Francisco, invitati a partecipare al più grande evento Google dell’anno dedicato a digital, innovazione e tecnologia, al Moscone West Convention Center. Tra gli argomenti chiave, come ci aspettavamo, alcuni hanno rubato la scena: anticipare per vincere, il futuro del search advertising, retail 2.0.

Allora, cos’è successo?

Ecco il nostro recap completo!

Day 1: Ads Innovation e Il Futuro del Search

Discovery e Privacy sono stati probabilmente i due topic principali del Google Marketing Live quest’anno. Insieme, in maniera piuttosto marcata, all’intelligenza artificiale e alle possibilità provenienti dal machine learning. Google sta cercando di prevedere sempre con più precisione il comportamento dell’utente, cercando di ovviare al problema privacy e al suo ruolo nello scenario odierno: una grande sfida per i marketers di oggi, che diventerà oltre ogni dubbio anche più tosta, da ora in avanti.

La linea suggerita è sempre quella di anticipare le cose, prevenire strategicamente: investire nel marketing automation, nel machine learning e negli strumenti che arriveranno in soccorso del lato umano, con ancor più frequenza. Inoltre, non dimentichiamoci quanto conterà affinare le abilità in termini prettamente intuitivi, per essere in grado di raccogliere dati e scoprire il profilo dei nostri clienti con le armi che saremo in grado di avere. In un certo senso, quindi, è un problema giusto: la Privacy degli utenti ha bisogno di esser messa al primo posto, così come Google sostiene.

Ah, certo, poi è stato tempo di grandi annunci!

  • Discovery Ads, annunci nativi che appariranno in più versioni sui feed Google e YouTube;
  • Gallery Ads, nuove gallerie interattive che appariranno in cima ai risultati delle ricerche mobile;
  • Un nuovo inventario dedicato agli Showcase Shopping Ads;
  • App deep linking e reporting per Google Ads: gli annunci potranno collegare gli utenti alle pagine brand all’interno della stessa app di un’azienda;
  • Bumper Machine, un software AI pensato per generare i Bumper Ads (ancora sui 6 secondi) in maniera semplicissima, gratis, partendo anche da lunghi formati video.

Inoltre, ci è sembrato molto forte il messaggio di Google in relazione alla comunicazione di quella parte di canali in difficoltà in termini di reputazione. Si parla, senza giri di parole, di tutto ciò che riguarda i giganti che dominano i Social Media. Google vuole ripensare la parte alta del funnel di conversione degli utenti, vuole che l’awareness cominci nell’immediato futuro ad essere ripulito dal superfluo: Facebook e Instagram hanno cannibalizzato, in un certo senso, quello che concerne la percezione e gli stimoli degli utenti, con un lavoro che ha centralizzato completamente su di loro l’attenzione. Non sempre, a ben vedere, in favore della qualità.

L’intenzione a Mountain View è quindi di ridefinire alcune derive moderne, veicolando un nuovo concetto di feed pensato per rendere gli strumenti dedicati all’advertising delle armi in grado di fare grandi cose, in maniera più equilibrata, sobria ma altrettanto innovativa. In qualche modo, rendendo il media mix del futuro qualcosa che non appartiene ancora al presente.

Una giornata ricca di incontri, ispirazione, chiacchiere e confronto con colleghi, speaker e consulenti Google.

Passiamo al day 2!

Day 2, Come Innovare il Retail

Il secondo giorno è stato un altro round impegnativo: grandi annunci, discorsi stimolanti e immense aree di test di nuovi strumenti, a disposizione degli invitati: l’incredibile opportunità di stare a contatto diretto con gli ingegneri di Google e gli specialisti che lavorano sui suoi prodotti, chiedergli tutte quelle cose che noi geek non vedevamo l’ora di sapere. Mica male!

Abbiamo avuto la conferma di come il boom della realtà aumentata sarà la risposta del digitale, nel brevissimo tempo. Inoltre, ci sono state introdotte nuove importanti feature e insight che saremo pronti a testare presto anche sui nostri progetti:

  • Un nuovo design per Google Shopping, con la possibilità di acquistare da rivenditori offline, un UX migliore studiata per puntare all’eccellenza (inoltre, si potrà presto acquistare un prodotto direttamente sulla piattaforma, senza nemmeno visitare il sito web dell’inserzionista);
  • Grow my Store, un nuovo strumento per E-Commerce in rampa di lancio (comprensivo di audit gratis!);
  • Le campagne Smart Shopping saranno completamente integrate con Magento e Shopify;
  • Il panel Inclusion Works, dedicato alle best practice di alcuni brand di riferimento nel digital che stanno cambiando i dogma del business, conquistando anche un maggior numero di clienti.

Un’esperienza incredibile, a cui solo i primi 5000 marketer del mondo hanno avuto la possibilità di partecipare. Compresi noi!

Siamo tornati pieni di ispirazione, con suggerimenti esclusivi e spunti di riflessione che custodiamo gelosamente in valigia. Il modo migliore per continuare a innovare i nostri progetti, adesso, sarà tirarli fuori e usarli al meglio.

Inutile dire che non vediamo già l’ora arrivi la prossima edizione!

 

Ah, se hai voglia di ascoltare una sintesi di tutte le news di cui abbiamo parlato, guarda il video!

icona rich clicks